Una proposta di progettoCologno: il fondo anti-povertà

Venerdì 12 aprile, durante la seduta di Consiglio comunale, il nostro gruppo ha presentato un ordine del giorno per l’istituzione di un fondo anti-povertà, che sarà discusso in una delle prossime sedute.

Crediamo che questa proposta, in un momento di grave crisi economica che investe anche il tessuto sociale colognese, possa costituire una risposta concreta da parte degli amministratori comunali all’emergenza vissuta da diversi nostri concittadini.

Gli stanziamenti economici con cui il fondo verrebbe sovvenzionato si ricavano infatti da significativi risparmi ai costi del funzionamento della Giunta, del Consiglio e delle commissioni: proponiamo di far convergere in questo fondo gli importi di tutti i gettoni di presenza delle varie assemblee comunali (circa 3.500 € annui) e metà delle somme attualmente destinate alle indennità di sindaco e assessori (passando da 105.000 €, una cifra piuttosto elevata per un comune delle nostre dimensioni, a 52.500 € e risparmiando quindi anche sui costi previdenziali, che incidono a bilancio per circa 24.000 € annui).

Con questa proposta abbiamo cercato di rendere efficaci le nostre richieste, già presentate in diverse sedute consiliari, di ridimensionamento dei costi della politica colognese, lievitati negli anni delle amministrazioni leghiste.

Vogliamo sollecitare il Consiglio a prendere una posizione pubblica, comune e condivisa sul tema: pensiamo infatti che, in questo momento di perdurante crisi, la politica sia chiamata a dare dimostrazioni di sobrietà e di efficacia nell’affrontare i problemi della cittadinanza che intende rappresentare.

Non si tratta di un gesto di carità individuale, che è rimesso alla coscienza del singolo individuo in quanto tale, non in quanto politico, ma di una scelta politica strategica e responsabile a vantaggio della cittadinanza colognese.

L’accesso al fondo, predisposto per le situazioni di emergenza economica e disagio sociale, sarà normato da un apposito regolamento, da discutere e stilare con le diverse forze politiche che compongono il Consiglio comunale, che auspichiamo vogliano accogliere questa nostra proposta.

, ,

Leave a reply

** *

Your email address will not be published. Required fields are marked*