Sintesi del Consiglio comunale del 24 maggio 2013

ORDINE DEL GIORNO

1)LETTURA ED APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLE DELIBERAZIONI ADOTTATE NELLA SEDUTA DEL 26.04.2013.

2)CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE, REDATTA AI SENSI DEL D.G.R. 12 LUGLIO 2002 – N. 7/9776. CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI E APPROVAZIONE.

3)PIANO DI RECUPERO NELLA CITTÀ STORICA DENOMINATO “VICOLO GRITTI” DA ATTUARSI MEDIANTE PROPOSTA DI PIANO DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA EX ART. 14 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005 E S.M.I.. INDIVIDUAZIONE DI OPPORTUNO AMBITO. APPROVAZIONE.

4)MODIFICA ART. 3 – TERMINI PER GLI ADEMPIMENTI – CONVENZIONE DEL 26.07.2011 REP. 51294 RACC. 28376 NOTAIO STEFANIA RUSSO DI URGNANO IN ATTUAZIONE DEL PLD13.

SINTESI

1) LETTURA ED APPROVAZIONE DEI VERBALI DELLE DELIBERAZIONI ADOTTATE NELLA SEDUTA DEL 26.04.2013.

I verbali vengono approvati all’unanimità.

2)CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE, REDATTA AI SENSI DEL D.G.R. 12 LUGLIO 2002 – N. 7/9776. CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI E APPROVAZIONE.

La prima osservazione arriva dall’ufficio tecnico del comune di Urgnano che chiede di classificare l’area a nord del tiro a volo in classe IV, con fascia cuscinetto di adeguate dimensioni in classe III lungo il confine. La richiesta non è stata accolta dai tecnici perché le norme prevedono la classificazione di queste strutture in classe V-VI, e fasce cuscinetto in classe IV. Il consigliere Zampoleri, per venire incontro all’esigenza di tutela del territorio da parte del comune limitrofo, propone di allargare la fascia al confine nord con Urgnano in classe IV, perché vicino alle unità abitative. Il vicesindaco Legramanti concorda di estendere la fascia da 10 a 20m e di declassare la zona del parcheggio in classe IV. Con questa modifica progettoCologno vota a favore, pur ribadendo la propria preoccupazione sull’opportunità di collocazione del kartodromo.

L’osservazione respinta e la modifica proposta dal consigliere Zampoleri vengono approvate con 8 voti e 1 astenuto.

La seconda osservazione è fatta dall’ufficio tecnico del comune di Cologno e riguarda il complesso cascina Casale, oggetto di una recente variazione urbanistica che destina l’area a una struttura di tipo socio-assistenziale. Il piano di classificazione acustica attuale prevede all’interno del cortile una classe III, mentre l’area circoscritta in una classe IV. Si chiede di declassare anche quest’ultima area in classe III.

L’osservazione è stata accolta dagli estensori del piano di classificazione e viene votata dal consiglio all’unanimità.

La terza osservazione è fatta dal comune di Cologno e riguarda l’area verde e parcheggio di via XIV Maggio, individuata dal piano di classificazione in classe V. Essa è situata nella zona cuscinetto esterna al comparto produttivo e confinante con la zona residenziale di via XXV Aprile: si chiede quindi che venga declassata in classe IV a tutela dell’unità abitativa.

La richiesta è accolta dai tecnici e votata all’unanimità dai consiglieri.

L’approvazione generale del piano di classificazione acustica passa con 9 voti favorevoli e 1 astenuto.

Il consigliere Zampoleri chiede perché non è stata riportata l’osservazione riguardante la classificazione in classe III di cascina Palazzo, che nella riunione dei capigruppo era stata accolta unanimemente. Il vicesindaco spiega che c’è un ricorso aperto in Consiglio di Stato in quanto l’area era stata trasformata in produttiva: se venisse classificata in classe III dovrebbe risultare come area agricola, creando così una incongruenza. Tuttavia l’area è poco usata e non ci sono rumori; appena verrà modificato il PGT si potrà procedere al declassamento.

La capogruppo Drago chiede perché il ricorso è ancora aperto se la trasformazione non è stata più portata avanti. Il vicesindaco risponde che il ricorso è partito da un privato e non si conoscono ancora i tempi della sentenza.

 

3)PIANO DI RECUPERO NELLA CITTÀ STORICA DENOMINATO “VICOLO GRITTI” DA ATTUARSI MEDIANTE PROPOSTA DI PIANO DI ATTUAZIONE DI INIZIATIVA PRIVATA EX ART. 14 DELLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2005 E S.M.I. INDIVIDUAZIONE DI OPPORTUNO AMBITO. APPROVAZIONE.

Riguardo questo progetto non sono pervenute osservazioni, quindi si passa subito alla votazione. Il consigliere Zampoleri spiega che progettoCologno si astiene, come fatto in sede di adozione, per le stesse motivazioni: ci si aspettava una maggiore volontà di trasformazione urbana e architettonica. Il piano di recupero è approvato con 7 voti favorevoli e 3 astenuti.

 

4)MODIFICA ART. 3 – TERMINI PER GLI ADEMPIMENTI – CONVENZIONE DEL 26.07.2011 REP. 51294 RACC. 28376 NOTAIO STEFANIA RUSSO DI URGNANO IN ATTUAZIONE DEL PLD13.

Questa modifica è stata presentata dall’impresa chiedendo di posticipare i termini di adempimento della convenzione, la quale prevede che le opere relative alla viabilità del Piano di Lottizzazione residenziale denominato “PLD13 di via IV Novembre” siano completate entro 24 mesi e tutte le opere di urbanizzazione entro 48 mesi.

Il nuovo termine massimo richiesto per eseguire le opere di urbanizzazione è portato a 60 mesi, poiché a causa di motivi economici l’impresa non riuscirebbe a rispettare i tempi stabiliti in precedenza.

La modifica viene approvata all’unanimità.

, ,

Leave a reply

** *

Your email address will not be published. Required fields are marked*