Sintesi del Consiglio comunale del 22 luglio 2013

ORDINE DEL GIORNO

1 Consigliere comunale sig. Gustinelli Massimo – dimissioni – surroga – convalida del neo eletto.

2 Lettura e approvazione dei verbali delle deliberazioni adottate nella seduta del 14.06.2013

3 Ambito di trasformazione della città residenziale diffusa denominato TR3a da attuarsi mediante proposta di piano di lottizzazione di iniziativa pubblica e privata ex art. 14 della legge regionale 11 marzo 2005 e S.M.I.. Adozione.

4 Sistema bibliotecario di Dalmine – convenzione intercomunale – periodo: 01.09.2013/21.12.2023. Approvazione.

5 Programma del fabbisogno di professionalità esterne per incarichi di studio, ricerca, consulenza e collaborazione – individuazione del relativo limite di spesa per l’anno 2013 ai sensi dell’art. 46 – commi 2 e 3 – del D.L. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008.

SINTESI

1 Consigliere comunale sig. Gustinelli Massimo – dimissioni – surroga – convalida del neo eletto.

Il consigliere Gustinelli si dimette per motivi di lavoro. La surroga è votata all’unanimità e Angelo Moretti è il nuovo consigliere di Coalizione libera.

2 Lettura e approvazione dei verbali delle deliberazioni adottate nella seduta del 14.06.2013

I verbali sono approvati con 8 voti favorevoli e 3 astenuti perché assenti alla seduta.

3 Ambito di trasformazione della città residenziale diffusa denominato TR3a da attuarsi mediante proposta di piano di lottizzazione di iniziativa pubblica e privata ex art. 14 della legge regionale 11 marzo 2005 e S.M.I.. Adozione.

Dopo che il geom. Pinotti ha presentato il piano di trasformazione che riguarda un’area di 25.700 mq, il consigliere Zampoleri lamenta il fatto di aver avuto poco tempo per analizzare in modo approfondito l’argomento e poter dare una valutazione professionale. Ricorda che più volte in Consiglio era stato promesso di convocare un’assemblea dei capigruppo allargata, che sostituisse la commissione urbanistica che è stata abrogata, in modo che anche le proposte della minoranza potessero esser prese in considerazione, contribuendo alla crescita del paese. Ancora una volta però ci si trova a discutere in Consiglio questioni tecniche.

Sul piano politico è invece chiara la volontà dell’Amministrazione, che utilizza la pianificazione urbanistica come risorsa economica, sfruttando il più possibile l’occupazione di suolo senza prestare attenzione alla qualità urbanistica del progetto e alla mancanza di aree verdi, se non una piccola zona relegata al confine con la piattaforma ecologica, che sarà fonte di problemi (pulizia e sicurezza). Nella Convenzione si dice che i lottizzanti si impegnano nel corrispondere all’Amministrazione un importo di 345.000€ prima dell’approvazione del collaudo, e che tale cifra dovrà essere utilizzata per l’attuazione del Piano dei Servizi: essa sarà usata invece per rispettare il patto di stabilità, vista anche la velocità con la quale il piano è stato presentato, valutato e convocato il consiglio per l’approvazione (tutto in data 18 luglio). Inoltre la data di riscossione è troppo indicativa, perché prima del collaudo possono passare anni. Anche la capogruppo Drago sottolinea la velocità con la quale è stato presentato il piano che viene votato in adozione e non in approvazione, motivo per cui non ci sono le condizioni per contribuire con osservazioni, e che esso sia discusso in una seduta alla quale non è presente l’assessore all’edilizia. Da anni la Lega sbandiera le sue intenzioni di tutela del territorio, ma le sue parole sono smentite da 17 anni di estesa occupazione di suolo che hanno trasformato il paese.

Il Sindaco Sesani ammette che hanno fatto in fretta nella speranza di vendere almeno un lotto entro la fine dell’anno e rispettare il patto di stabilità.

L’adozione è approvata con 8 voti favorevoli, 3 contrari e un astenuto.

4 Sistema bibliotecario di Dalmine – convenzione intercomunale – periodo: 01.09.2013/21.12.2023. Approvazione.

Il rinnovo della convenzione viene approvato all’unanimità.

5 Programma del fabbisogno di professionalità esterne per incarichi di studio, ricerca, consulenza e collaborazione – individuazione del relativo limite di spesa per l’anno 2013 ai sensi dell’art. 46 – commi 2 e 3 – del D.L. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008.

Le professionalità richieste sono: un avvocato esperto in diritto civile per assistenza legale per analisi dei rapporti civilistici relativi alla concessione dell’impianto natatorio in finanza di progetto, per una spesa prevista di 3.300€; un avvocato esperto in materia urbanistica ed edilizia per pareri relativi a pratiche complesse come la gestione del PGT e la sua applicazione.

La capogruppo Drago dichiara che progettoCologno si astiene perché da una parte il limite di spesa è stato rispettato, ma dall’altra suscita preoccupazione la richiesta di un avvocato che tuteli l’Amministrazione dalle ricadute che potrebbero esserci a causa delle difficoltà economiche del costruttore. Infatti l’Amministrazione non ha mai affrontato seriamente le varie criticità, esposte più volte in Consiglio comunale da progettoCologno, riguardanti il business plan e la convenzione, mentre ora cerca di correre ai ripari spendendo soldi in consulenze esterne.

Il programma è approvato con 7 voti favorevoli e 4 astenuti.

, , ,

Leave a reply

** *

Your email address will not be published. Required fields are marked*